Archivi categoria: Parole

Le vie poetiche

E’ giusto che io ringrazi Sebastiano Patanè per aver, non solo pubblicato una mia poesia ma rencensito la mia scrittura. Qui il link del blog, che tra l’altro è molto interessante e frequentato da molti amici.

http://leviepoetiche.blogspot.com/2011/11/fragmenta.html


Fragmenta

Come già scritto non mi piace scrivere post su premi e concorsi vari ma bisogna fare un’eccezione ogni tanto, come in questo caso.

E’ uscito il libro del concorso della casa editrice Smasher. Si intitola FRAGMENTA e all’interno sono presenti cinque mie poesie.

Approfitto per ringraziare, Giulia Carmen Fasolo, editrice, Enzo Campi responsabile della collana Ulteriora Mirari e la giuria, in cui figura anche Natalia Castaldi.

Mi sembra giusto ringraziare anche tutti coloro che sopportano le mie poesie, che mi hanno sempre dato consigli, criticandomi quando gli scritti non erano all’altezza.

Qui il link per comprare il libro : http://www.edizionismasher.it/component/content/article/77/126-mosaici.html


Ci fermiamo

Per molto tempo questo blog l’ho considerato una coperta, dove poter riparare tutti quegli stati d’animo che ogni volta mi venivano a sorprendere.

Con il tempo è divenuto una famiglia, un microcosmo cheha ospitato non solo le mie sensazioni ma anche quelle degli altri. Mi sono sentito un guardiano delle emozioni che gelosamente ha sempre cercato di preservare gli altri oltre se stesso. Chi mi conosce bene sa che non amo l’ostentazione intellettiva a tutti i costi, anche perché non credo che il sapere debba essere una paratia e nemmeno credo che l’intelligenza più arguta sia al riparo dalla stupidità.

Due anni fa è cominciato un piccolo percorso poetico in un sito generalista. Fortunatamente ci ho messo poco a capire i meccanismi idioti delle persone. La poesia non si inventa e nemmeno si offende. Proprio per questa enorme voglia di esserci che i versi sono diventati alla stregua di un enorme grande fratello televisivo, con tutto il bagaglio melmoso che ne consegue.

Diciamoci la verità scrivere non è per niente facile. Non basta buttare due o tre frasi, magari rubate all’ultimo lavoro di Eros Ramazzotti, per definire poesia un semplice scritto.

Però è anche vero che stare a puntualizzare il rispetto per la scrittura e tirarmi fuori, sarebbe come fare un discorso fazioso e poco credibile.

Ho sempre creduto nella ribellione come forma di lotta per dei sistemi che si radicalizzano nella società. Strati e strati di terriccio che provocano soffocamenti a dir poco ripetuti nel tempo.

Tutto questo per dire che io stesso per primo decido di fermarmi.

Quel che ho conosciuto in questi due anni è ciò che rivedo nella realtà e non mi piace. Sarà forse la mia misantropia o forse solo una sana consapevolezza del presente ma dovermi confrontare con un mondo che non mi piace mi destabilizza alquanto. Sia chiaro non parlo dell’ intero emisfero letterario, perché la poesia mi ha dato la possibilità di conoscere gente adorabile, qualcuno nel tempo è diventato persino un amico.

Questo non vuol dire che non tornerò più, la vita sarà a decidere perché non si smette di scrivere mai del tutto.

Ringrazio chi mi ha seguito in modo quasi idealistico, senza fare nomi o proclami. Un grazie speciale a chi non c’è più, perché credo di dovere a lei quel poco di autore che sono diventato…

Vedi, i cerchi in un modo o nell’altro si chiudono sempre

Ringrazio Consuelo che ha sopportato e supportato la mia scrittura, vi assicura che quei spiccioli di premi vinti sono il frutto delle sue lunghe ore di fila alle poste…e infine ringrazio Sofia e Camilla che magari un giorno saranno artefici della mia rimpatriata .

Arrivederci a tutti


Di solito non amo pubblicizzare le vittorie ai concorsi, ma questa volta mi sembra giusto ringraziare le edizioni Smasher che mi hanno scelto per la pubblicazione di 4 mie poesie.

Per quanto riguarda il mio percorso poetico, sono tornato a scrivere ma più che altro ad imparare la scrittura.

Qui il link del concorso http://www.edizionismasher.it/component/content/article/1/106-ulterioramirariesito.html


Ringrazio Neobar

Ringrazio Neobar e Abele per avermi dato la possibilità di ospitare le mie opere. Vi assicuro che riuscire a essere ospitati in blog letterari come Neobar, Poetarum Silva non è cosa che lascia indifferenti. In questi spazi si parla di cultura e si ospitano artisti di calibro nazionale ed internazionale e per me è un onore già solamente essere preso in considerazione. A chi fa piacere passare su Neobar, troverà una poesia inedita….buona lettura e semmai decideste di commentare vi prego di farlo li…

Questo il link http://neobar.wordpress.com/2011/04/07/gianluca-corbellini-okonomiyaki/#more-4910


Nuovi orizzonti

Con il nuovo anno comincerò ad ospitare delle opere di altri poeti.
Il post sarà di una sola poesia e i relativi link dove andare a leggere l’autore.
Ho in mente con il tempo di ospitare anche racconti brevi in prosa.
Non vuole essere una rivista poetica ma solo un modo per condividere l’amore per l’arte.
Logicamente non ci sarà spazio per i pendolari della parola, cioè chi scrive tutti i giorni…perché per quel che mi riguarda non è poesia ma pensierino scolastico senza senso.


Premi Poeteci

Sabato 4 Dicembre ho parteciato all’incontro poetico indetto dall’associazione culturale La Nuova Musa. E’ stato un onore essere premiato per ben due volte. Un primo posto e una menzione di merito. L’evento è stato un successo con la presenza di circa 400 persone tra poeti e amanti della cultura. Leggere le mie opere su un palco davanti a tutte queste persone non è stato facile ma alla fine sono riuscito a vincere la timidezza. Ringrazio l’associazione per avermi dato la possibilità di partecipare.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: