Archivi del mese: marzo 2013

Vocazioni

Se almeno riuscissi a bendarmi di schiena

per setacciare i muri
in cerca di punti interrogativi
o parole già scritte
in un tempo di fame e patimento
 
non mi paragonerei al padre
alla genesi delle cellule
perché l’identità è un rifugio
per  profughi senza meta alcuna.
 
Tante, troppe cose cadono e accadono 
i compleanni non festeggiati
le date di scadenza, i lutti 
che te ne accorgi solo dopo
 
ed io, sotto mentite spoglie 
come fossi venuto al mondo
per uno sbaglio
un riverbero di sperma
ad un miglio dal palmo della mano
 
e tu, che sembri marzo
appena scoperto il calendario ;
il pane prima di essere mangiato
la legge del contrappasso, la vocazione
 
 

Corona di P. Celan

L’autunno mi bruca dalla mano la sua foglia: siamo amici.
Noi sgusciamo il tempo dalle noci e gli apprendiamo a camminare:
lui ritorna nel guscio.

Nello specchio è domenica,
nel sogno si dorme,
la bocca fa profezia.

Il mio occhio scende al sesso dell’amata:
noi ci guardiamo,
noi ci diciamo cose oscure,
noi ci amiamo come papavero e memoria,
noi dormiamo come vino nelle conchiglie,
come il mare nel raggio sanguigno della luna.

Noi stiamo allacciati alla finestra, dalla strada ci guardano:
è tempo che si sappia!
E’ tempo che la pietra accetti di fiorire,
che l’affanno abbia un cuore che batte.
E’ tempo che sia tempo.

E’ tempo

Di solito posto solo le mie cose ma trovo questa poesia un’opera d’arte che ha pochi eguali.


dietro le parole

Dicono che per sputare sangue
basti un angolo, un istmo di terra
che accetti di affogare
senza la minima resistenza

sarà perché è inutile
come certe promesse da mantenere
vecchie troie diafane
travestite da profezie trasandate.

Vedi, non c’è verginità da temere
dietro le parole
solo un tentare ridondante
il fastidio cronico
nel volersi definire, concedersi un varco
un grammo di occasione

capita che sia troppo tardi
per salvare le apparenze
dedicandoci al giardinaggio sulle lapidi
oppure a lucidare le maniglie
che sai bene
un attimo dopo finirai per profanare

perché ogni volta non sia un armistizio
senza scelta alcuna
che per evidenza si intende questo ;
il patto con un diavolo
e non la prima comunione


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: