Antonio Bux

Titolo : Ucronìa

Non sapevamo la luce (ché il buio dipinge meglio
le ombre attente alla nudità della notte)
una vita che scorre nell’universo immobile
-qui resta la vera tragedia l’anima- viso
invisibile agli occhi che non oltrepassano
la superficie dello sguardo nell’esilio
necessario da tutto e nel vuoto
di qualsiasi nuova o antica forma
noi non ci saremo -ancora una volta-
per la cancellazione dell’eterno.

 

Titolo : Resti dall’altro oltre

Dalla chiusa fronte s’immagina
una mente cresciuta retrocedere
dal mondo che è universo nel dare
suono a quel vuoto che tutto sente,

ma manca l’uomo all’uomo, l’irreale
spazio non dato a vedere per essere
punto di non ritorno oltre cammino
passo nel passo d’eterno destinarsi.

Dove tutto si ascolta tacendo
-anche l’acqua cantare la notte-
nel mare ospitando le ultime stelle
e sabbia germogliare dall’onda
come fermo il mondo scorrendo
trasparente nel vuoto del respiro;

e siamo invisibile richiesta sapendo,
dimenticando d’essere anche un rivelare
silenzioso terreno dell’inascoltato
inumana domanda nel rivolgerci parole:

“dì noi ancora, precipizio del tempo
del mietere ricordi utili a dimenticare
il miracolo del mondo e le redini
dei cavalli d’una mente universale,
e lascia vita uccidere i suoi uomini
e parole scorrere invano dagli occhi”

che vanno nell’andare deserto
pensieri bagnati di fonte
straniera nello scorrere
a valle del delta pensiero
e parole splendenti di sale
cristallizzando un muto mistero.

Antonio lo potete leggere su questo link http://disgrafie.blogspot.com/

Il blog è nato da poco ed è per questo che ho messo due poesie.

 

Informazioni su Gianluca Corbellini


12 responses to “Antonio Bux

  • Enrica

    Molto interessante questo nuovo autore. La mia propensione va per la seconda poesia, ovviamente senza tralasciare la prima. Complimenti Antonio e complimenti Gianluca per averlo scelto.

  • Annagrazia

    Versi incisivi, quasi sferzanti. Mi sono piaciuti molto. Grazie.

  • antonio bux

    Grazie mille ad Enrica e ad Annagrazia…e soprattutto grazie a Gianluca per lo spazio dedicatomi, un abbraccio

    Antonio B.

  • Cettina Lascia Cirinnà

    …l’uomo e il mistero dell’eternità.
    Complimenti all’autore e a Gianluca che lo ha proposto.
    Cettina

  • 00chicca00

    si molto interessanti tutte e due con una preferenza per la prima
    ha un incipit straordinario! e io, ma è solo il mio gusto, toglierei la parentesi, sarebbe davvero un inizio fortissimo!
    chicca

  • antonio bux

    Graze a Cettina e a Chicca per i generosi commenti.

    Diciamo che l’incipit, come lo chiama lei, è accompagnato da parentesi per contestualizzare e diversificare le dimensioni, quella del presente e del ricordo, in un attimo che vuole essere senza tempo (TIMELESS) Il nome appunto della sezione da dove provengono queste due mie poesie, che fanno parte di una silloge intitolata DISGRAFIE, composta da 6 sezioni, e una di queste è appunto TIMELESS, un non luogo da dove si cerca di dare mezza misura al tempo/ diciamo più precisamente di dare tempo al tempo hehehe in tutti i sensi🙂 spero di non essere stato troppo vago, la ringrazio comunque per il suo suggerimento, ma terrei la parentesi, che come dicevo sta a sancire una digressione del momento poetico, del pensiero, secondo me….certo, come lei dice, a livello strutturale eliminando la parentesi si avrebbe forse più fluidità nello scorrere del verso, ma è appunto su tale spezzato cognitivo che mi volevo soffermare, e quindi evidenziarlo con un semplice gesto.

    grazie mille per il confronto e per i complimenti.

    Con grande stima

    Antonio Bux

  • antonio bux

    Scusatemi ma dimenticavo.

    Per non sorvolare sul titolo Ucronìa che deriva dal greco e sta a significare appunto “nessun tempo” identificando infatti questa nostra assenza dalt tempo specie nei versi finali

    e nel vuoto
    di qualsiasi nuova o antica forma
    noi non ci saremo -ancora una volta-
    per la cancellazione dell’eterno.

    Spero di esserle stato di aiuto, considerando la mia personale chiave interpretativa del componimento, e del perché di alcuni percorsi ortografici.

    Un caro saluto e sempre a disposizione

    Antonio Bux

  • 00chicca00

    @@@ antonio bux
    avevo immaginato un qualcosa di simile e rispetto totalmente il tuo pensiero anche “ortografico”, anzi occupandomi anche di “segni” in senso lato comprendo molto bene
    mi resta sicuramente più musicale all’orecchio, ma comprendo
    ho scritto sia con parole sia coi pennelli parecchio sul tempo soprattutto legato allo spazio e facevo dell’ utopia (inteso come non -luogo) proprio il momento di incontro tra tempo e spazio! ucronia e utopia hanno molto da dividere e condividere forse
    mi incuriosisce parecchio questo discorso, andrò a leggere nel tuo blog
    e grazie dello scambio piacevolissimo
    chicca

  • antonio bux

    Certo Chicca, la musicalità ha delle corde che dipende da come le si tocchino, vibra in maniera differente, ma concordo con te su questo aspetto….l’ucronia e l’utopia come ben dici sono spesso due idee associate…avremo modo di continuare il dialogo in futuro spero…alla fine la poesia è un pretesto iniziale per aprirci a nuovi argomenti.🙂
    Ho dato una rapida occhiata ora al tuo blog..complimenti per la dedizione e la passione. il mio invece di blog è nato da poco…c’è poco e niente, a parte un po’ di lavori di traduzione…è un blog legato all’uscita del libro per promuoverlo ma per promuovere anche lavori di traduzione, e altri autori che “frequento” infatti sto partendo a lavorare con una serie di post su alcuni amici poeti che mi interessano, un po’ come fa il nostro caro Gianluca, che sa perfettamente che bisogna leggersi reciprocamente, oltre che farsi leggere solamente.Sicuramente avremo modo di approfondire e Gianluca, come tutti i miei amici, sapranno dell’uscita del libro, appena sarà fatto, grazie a te per il tuo “tempo”🙂

    Con affetto

    Antonio Bux

  • Gianluca Corbellini

    Innanzi tutto ringrazio Antonio. Mi spiace il ritardo del mio commento ma il tempo è quello che avanza dal lavoro.
    Visto che lui ha così ben commentato e spiegato le sue poesie, io mi appresto a dire ciò che mi ha convinto a pubblicarlo sul blog.
    La sua poetica è interessante sia nella forma che nel senso. Lui non ha il timore di affrontare argomenti che sono stati sviscerati nel tempo e lo fa con un suo stile mai banale e privo di senso. Di solito, su questi argomenti, si tende a “chiudere” le poesie in un ermetismo che ha il solo scopo di confondere.
    Lo ringrazio per la sua partecipazione, augurado un successo pieno per la pubblicazione.🙂

  • 00chicca00

    @@@ antonio bux
    ti auguro anche io un gran successo per la pubblicazione del libro e fallo sapere quando avverrà
    sì è molto piacevole parlare di questi argomenti, davvero grazie!
    chicca

  • antonio bux

    @Gianluca: io ringrazio te per lo spazio ed il tempo concessomi in tutto questo “Senza tempo” che ci governa; e grazie per le tue parole, è importante che ci sia spazio per la lettura oltre che per la scrittura, tra di noi.
    A presto e ti tengo informato ovviamente, a tua disposizione per qualsiasi cosa, un abbraccio

    @Chicca: grazie per l’augurio, di solito un libro d’esordio non è la destinazione ma l’origine; speriamo sia cosi anche per me🙂 tienimi informato su tue nuove cose, abbiamo i mezzi per segnalarci a vicenda🙂

    un abbraccio anche a te dalla Spagna e grazie a tutti

    Antonio Bux

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: