Piene d’autunno

Inaspettata arriva la piena
a bagnare nel platano il corpo
affogato in mezzo, delle foglie
appese di vento in tramontana
che scivola tra i sesti ribassati.

Quelle vetrine nel cassetto
a vendere sogni, come il tempio
nella gerusalemme del nazareno
gravida di ossa in nero pece.

E poi le troppe cose da scacciare
a cui non sono pronto
perché vivo di mondi altrove
affacciato di terrazze nei contorni.

Donerei gli autunni interi
per vederti fiorire da quel viale
con il canavaccio tra le mani
a lavarmi le sconfitte tutte
che servono solo a prosciugare.

Informazioni su Gianluca Corbellini


11 responses to “Piene d’autunno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: