Trafitto dal volo

Trafitto dal volo delle effimere
a raccogliere un giorno che sia un mondo
per poi tornarci dentro, bruciato
di poche ceneri rimaste
che lascio posare nei ripostigli.

E poi i tuoi riflessi sul pavimento
che non mi concedono niente
perché i reticoli confondono
fino a piegare l’indulgenza tutta.

Sai,  questo svestire mi uccide
di troppi strati immersi nel fango
a coprire le spalle di madreperla
come ali sporche di greggio
che scivola persino l’onda del mare.

Informazioni su Gianluca Corbellini


4 responses to “Trafitto dal volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: