Ghiaccio nelle costole

Non ho mai indossato guanti in lattice
che poi ho dimenticato al primo bacio
Lo sai
non amo scivolare sulle lacrime
perché ad ogni passo affogherei.

Ti prego
lasciami chiuso in questo armadio
adoro sfiorare gli stipidi intorpiditi
che ostentano il senso curvo delle venature
rami spogliati dai silenzi
come lunghe poesie senza parole.

A volte vorrei lasciarmi colare nelle aurore
per disobbedire alla nostalgia
un ideogramma che non comprendo
perché schivo alla morbosità del colore.

Non lasciarti profanare dal tormento
perché non puoi salvarmi dagli Inferni paralleli
troppo abituato al ghiaccio nelle costole
per mascherare quel non senso dell’amore.

Informazioni su Gianluca Corbellini


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: